Anatomia dentale

Anatomia di un dente

I denti sono costituiti da una corona e una o più radici. La prima è la parte che vediamo fuoriuscire dalle gengive, mentre le radici in condizioni fisiologiche non sono visibili in quanto circondate dall’osso alveolare, a sua volta ricoperto dalla gengiva. Esse mantengono i denti nella loro posizione, resistendo agli sforzi masticatori grazie anche alla presenza del legamento parodontale, che ancora il cemento radicolare all’osso circostante.

Il dente è costituito da un insieme di tessuti che ne garantiscono l’integrità strutturale e la resistenza all’usura.
Lo smalto altamente mineralizzato ricopre la corona del dente. Essendo un tessuto inorganico, al termine dello sviluppo del dente, non si riformerà più, per cui si consuma progressivamente con l’età.
La dentina costituisce il corpo del dente ed è meno mineralizzata e dura dello smalto. E’ un tessuto organico contenente al suo interno i tubuli dentinali, comunicanti con la polpa dove si trovano i vasi e le terminazioni nervose.
Il cemento radicolare ricopre la radice e consente l’attacco delle fibre del legamento parodontale alla stessa, ancorandola in tal modo all’osso circostante. La polpa dentale contiene le terminazioni nervose e i vasi sanguigni che, attraverso i canali radicolari, garantiscono l’apporto ematico dal resto dell’organismo.

Tre7
Simone Ferraro
Share by: